DI COSA SI OCCUPA L’OSSERVATORIO?

Fondato nel 2015, L’OIAD persegue l’obiettivo di tutelare gli avvocati minacciati durante l’esercizio della professione e di denunciare i casi in cui viene leso il diritto alla difesa.

Le azioni portanti dell’osservatorio consistono nel coordinamento dei casi segnalati, nell’offerta di sostegno sul campo e nello svolgimento di iniziative formative.

Gruppi di lavoro

 

La sede dell’Osservatorio si trova a Parigi

Il Conseil national des barreaux (Consiglio nazionale degli avvocati, Francia), il Barreau de Paris (Ordine degli avvocati di Parigi) e il Consejo General de la Abogacía Española (Consiglio generale dell’avvocatura spagnola) mettono a disposizione tre dei loro impiegati ai fini dell’attivazione della rete OIAD e del debito coordinamento delle missioni dell’Osservatorio.

Le nostre missioni

 

L’Osservatorio internazionale degli Avvocati in pericolo (OIAD) è un’iniziativa del Conseil national des barreaux (Consiglio nazionale degli avvocati, Francia), del Barreau de Paris (Ordine degli avvocati di Parigi, Francia), del Consejo General de la Abogacía Española (Consiglio generale dell’avvocatura spagnola, Spagna) e del Consiglio nazionale forense (Italia).

Fondato nel 2015, L’OIAD persegue l’obiettivo di tutelare gli avvocati minacciati durante l’esercizio della professione e di denunciare i casi in cui viene leso il diritto alla difesa.

L’osservatorio si prefissa l’obiettivo di istituire meccanismi di tutela validi, in generale, per tutti gli avvocati, ma in particolare per i difensori dei diritti dell’uomo, in ottemperanza alle disposizioni già esistenti e in stretta collaborazione con reti già attive.

Poiché funge da raccordo fra il maggior numero possibile di ordini degli avvocati e di organizzazioni, l ‘OIAD si erge quale attore essenziale ed ente di levatura internazionale nella tutela degli avvocati in pericolo.

Le azioni portanti dell’osservatorio consistono nel coordinamento dei casi segnalati, nell’offerta di sostegno sul campo e nello svolgimento di iniziative formative.

La sede dell’Osservatorio si trova a Parigi.

Il Conseil national des barreaux (Consiglio nazionale degli avvocati, Francia), il Barreau de Paris (Ordine degli avvocati di Parigi) e il Consejo General de la Abogacía Española (Consiglio generale dell’avvocatura spagnola) mettono a disposizione tre dei loro impiegati ai fini dell’attivazione della rete OIAD e del debito coordinamento delle missioni dell’Osservatorio:

SOSTEGNO DI EMERGENZA E APPELLI

È prevista l’offerta di sostegno di emergenza per gli avvocati esposti a una minaccia seria e imminente.

Tale sostegno può concretizzarsi nelle misure elencate a seguito:

  • L’avvio di una missione di difesa penale a sostegno di un avvocato perseguito ingiustamente;
  • La concessione, ad avvocati e relative famiglie, di finanziamenti di emergenza atti a far fronte a situazioni economiche divenute difficili a causa delle minacce ricevute;
  • L’acquisto di equipaggiamento protettivo (apparecchiature di sicurezza, materiale informatico protetto, ecc.).

SORVEGLIANZA E DIFESA

Individuiamo gli avvocati in pericolo nel mondo e siamo destinatari degli allarmi lanciati dagli ordini associati o dai nostri membri. Effettuiamo, inoltre, opere di sorveglianza nei paesi più problematici.

Rendiamo noti i casi individuati mediante la divulgazione di informazioni confermate presso l’opinione pubblica, le autorità del paese coinvolto, le istituzioni diplomatiche dei nostri paesi membri e le organizzazioni mondiali e regionali competenti, con l’obiettivo di avviare le procedure di tutela speciale di tali attori.

I nostri membri

 

L’adesione all’OIAD è aperta a tutti gli ordini degli avvocati e a tutte le organizzazioni che desiderano essere coinvolte nelle opere di tutela degli avvocati in pericolo.

Gli statuti dell’OIAD contemplano varie modalità di affiliazione:

Fra i «membri fondatori» annoveriamo il Conseil national des barreaux (Consiglio nazionale degli avvocati, Francia), il Barreau de Paris (Ordine degli avvocati di Parigi, Francia) del Consejo General de la Abogacía Española (Consiglio generale dell’avvocatura spagnola, Spagna) e il Consiglio nazionale forense (Italia).
I «membri attivi», invece, sono quegli ordini e consigli nazionali che desiderano aderire all’OIAD.
I nostri «membri associati», infine, comprendono tutte le associazioni, i sindacati e le congregazioni internazionali di avvocati che hanno interesse nel lavoro svolto dall’OIAD.

Tutti gli enti ed istituti di altra tipologia potranno comunque sostenere l’OIAD in qualità «Partner», contribuendo ai lavori dell’Osservatorio con le proprie risorse e competenze.

La governance dell’OIAD è stata pensata per rispondere in maniera rapida ed efficace alle necessità derivanti da situazioni di pericolo, nonché per garantire lo svolgimento democratico delle attività e per consentire l’adesione al maggior numero possibile di organizzazioni.
L’OIAD è strutturato come segue:

  • Il Consiglio, composto dai 4 membri fondatori e da due membri eletti tra quelli attivi dell’OIAD, nomina al proprio interno un Presidente, un Direttore Generale e un Tesoriere. L’organo è incaricato di delineare la strategia generale dell’OIAD e di intraprendere le necessarie iniziative, nel quadro della strategia stessa, a sostegno degli avvocati in pericolo. 
  • In seno all’Assemblea generale si riuniscono membri fondatori, membri attivi, membri associati e partner dell’OIAD almeno una volta l’anno. Soltanto i membri fondatori ed i membri attivi che si fanno carico del pagamento di una quota annuale dispongono del diritto di voto (oltre che di quello consultivo).
    L’Assemblea generale ha il compito di approvare la previsione di bilancio e di pronunciarsi su tutte le questioni che le vengono sottoposte, nonché di eleggere due componenti del Consiglio attingendo dal bacino dei membri attivi.
    Le riunioni dell’Assemblea generale costituiscono, infine, un’opportunità per discutere della situazione generale degli avvocati nel mondo. L’obiettivo è quello di emettere raccomandazioni relative alla strategia dell’OIAD (delineata, poi, dal Consiglio).

Adesione all’Osservatorio

 

A seconda della tipologia della vostra organizzazione, potete aderire all’OIAD in qualità di:

«Membro attivo»: status (riservato agli ordini e consigli nazionali) che conferisce diritto di voto in seno alle assemblee generali se si è in regola con il pagamento della quota annuale.
«Mambro associato»: status (riservato ad associazioni, sindacati e congregazioni internazionali di avvocati) che non prevede il pagamento della quota né il diritto di voto.
«Partner»: status (riservato a tutte le organizzazioni o ONG attive nella tutela dei difensori dei diritti umani) che non prevede il pagamento della quota né il diritto di voto.

Per aderire, scarica il formulario di iscrizione. Gli Statuti dell’Osservatorio sono disponibili qui.

Inviate il formulario compilato a [email protected] o al seguente indirizzo:

Observatoire international des avocats
11, place Dauphine, 75 001 Paris

Elenchiamo di seguito le quote dei membri attivi per l’anno 2019/2020 come da disposizioni del Consiglio:

  • 2.500 € per gli ordini composti da più di 2500 avvocati.
  • 1.500 € per gli ordini composti dai 1000 ai 2499 avvocati.
  • 1.000 € per gli ordini composti dai 500 ai 999 avvocati.
  • 500 € per gli ordini con meno di 500 avvocati.

Ad oggi sono 34 gli ordini ad aver aderito all’OIAD in qualità di membri attivi:

L'EUROPE

  • Francia
  • Spagna
  • Italia
  • Svizzera
  • Turchia
  • Belgio


AFRIQUE

  • Camerun