Honduras: Apertura del processo a Roberto David Castillo Mejía per l’assassinio di Berta Cáceres

Honduras:  Apertura del processo a Roberto David Castillo Mejía per l’assassinio di Berta Cáceres

Il processo di Roberto David Castillo Mejía nel caso Berta Cáceres è iniziato il 6 aprile 2021. La Missione di Osservazione Internazionale alla quale partecipa l’Osservatorio Internazionale degli Avvocati in Pericolo (OIAD) segue questo caso con particolare attenzione.

La presidente dell’Osservatorio e del Consiglio Generale degli Avvocati Spagnoli, Victoria Ortega, ha elogiato il lavoro dell’equipe giuridica delle vittime e ha ricordato l’importanza di questo processo.

Berta Isabel Cáceres Flores, coordinatrice generale del Consiglio civico delle organizzazioni popolari e indigene dell’Honduras (COPINH), è stata assassinata il 2 marzo 2016 per la sua opposizione attiva al progetto idroelettrico «Agua Zarca» realizzato dall’azienda DESA in territorio indigeno Lenca.

L’Osservatorio si è occupato del caso assistendo l’avvocato minacciato Víctor Fernández, che rappresenta la famiglia e il COPINH, vittime dell’omicidio di Berta Cáceres.

Nel 2018, sette persone sono state condannate per aver ordinato l’assassinio di Berta Cáceres. L’OIAD ha effettuato una missione di osservazione giudiziaria il cui rapporto è disponibile qui.

Il processo di Roberto David Castillo Mejía, ex direttore della società DESA è iniziato la scorsa settimana. Se, in un primo tempo, la Corte ha autorizzato osservatori internazionali e nazionali ad entrare nell’aula d’udienza, ha poi negato loro l’accesso alle udienze. Tale accesso è stato negato anche a Laura Zúñiga, figlia di Berta Cáceres, nonostante il suo status di vittima e parte in causa.

Anche se l’udienza è diffusa pubblicamente tramite Facebook, la qualità mediocre della trasmissione costituisce una restrizione alla pubblicità delle udienze e limita l’esercizio effettivo dell’osservazione giudiziaria.

La missione di osservazione continuerà tuttavia a seguire con attenzione il caso e riferirà sulle udienze sul suo sito Internet.

L’OIAD invita le autorità giudiziarie honduregne e lo Stato honduregno a rispettare le garanzie procedurali fondamentali e a garantire l’effettiva protezione delle parti processuali.

 

Commenti 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.